Promo

Si può morire per un selfie?

Vota questo articolo
(2 Voti)
Climber Climber

I social hanno cosi condizionato la nostra vità tanto da arrivare a morire per un selfie per guadagnare la popolarità sui social? Sembra proprio di si, a testimoniarlo è cio che sucesso al 26enne cinese Wu Yongning.

Ads

 

Yongning era amante dei selfie estremi, tanto da farlo diventare famoso su Weibo, il social network più popolare in Cina, ma l' ultimo selfie estremo gli  è costata la vita.

A novembre Wu Yongning si stava sporgendo dall’Huayuan Hua Centre, uno dei grattacieli più alti di Changsha, capoluogo della provincia dell’Hunan. A un certo punto, mentre si stava filmando, il ragazzo ha perso la presa, precipitando nel vuoto. Un volo interminabile di 62 piani che gli è stato ovviamente fatale. Il giovane avrebbe ricevuto un premio da 100 mila yuan, poco meno di 13 mila euro, come ricompensa per quello scatto mozzafiato. Da quello che hanno raccontato i famigliari, infatti, uno sponsor avrebbe pagato Wu Yongning per lo spettacolare selfie dalla vetta dell’Huayan Hua Centre. I soldi per il selfie sarebbero serviti per sposare la sua fidanzata e a pagare le cure mediche della madre malata.

La carriera da di Wu ha avuto un incredibile successo in pochissimo tempo. Il giovane lavorava come stuntman per il cinema e da febbraio ha iniziato a postare su Weibo i vertiginosi e pericolosissimi selfie, che hanno raggiunto in poco tempo l’approvazione di oltre un milione di follower. Un successo che lo portava ad eseguire acrobazie sempre più estremi fino a quella che ha portato alla tragico finale. 

Ti potrebbe interessare

Sponsor

Share

Lascia un commento