Promo

Chiude BtJunkie, uno dei più famosi siti per la ricerca dei torrent

Vota questo articolo
(0 Voti)

Improvvisa sì, ma non inaspettata. E' la notizia della chiusura definitiva di BTjunkie, a sette anni dalla sua nascita, ad opera dei suoi stessi amministratori.Il sito, uno dei più famosi indicizzatori di file torrent, è stato "suicidato" in seguito all'enorme eco avuta dall'arresto del fondatore di MegaUpload. Molto meglio cessare le attività per prudenza, vista l'aria che tira, anche se l'attività di indicizzazione di file è ben diversa rispetto al vero e proprio hosting di file (come facevano non solo MegaUpload, FileSonic e tanti altri).

Ads

Già nell'aprile dello scorso anno l'accesso al sito era stato inibito dalla Guardia di Finanza nell'ambito dell'operazione "Poisonous Dahlia".
Il lapidario comunicato presente tuttora in in home page recita: "E' la fine del percorso, amici miei. La decisione non è stata facile, ma abbiamo deciso di chiudere volontariamente. Abbiamo combattuto per anni per il vostro diritto di comunicare, ma è tempo di passare ad altro. E' stata una esperienza di vita indimenticabile. Vi auguriamo il meglio."
Alternative, ovviamente, ce ne sono sempre, da Kickasstorrents a Isohunt, sito che ha fatto una scelta diametralmente opposta, decidendo di resistere, dopo anni di cause legali, e continuare a indicizzare torrents (senza ospitare alcun file).

Share

Ti potrebbe interessare

Lascia un commento