Promo

Mercoledì, 13 Febbraio 2013 14:00 Musica

Depeche Mode

Nel 1980 Vince Clarke, Alan Wilder, Andrew Fletcher e David Gahan, di Basildon (Essex), danno vita ai Depeche Mode. Abbandonate le chitarre del punk in favore della nascente ondata elettronica, ottengono un contratto con la Mute Records, a tutt’oggi la loro etichetta, e dopo il primo singolo "Dreaming of me", sfiorano la top ten britannica con "New life", e vi fanno il primo ingresso con "Just can’t get enough". Al termine del tour che segue il primo album SPEAK & SPELL, tuttavia, il leader del gruppo Vince Clarke decide, a sorpresa, di lasciare la band, adducendo come motivazione il desiderio di rimanere un musicista di studio, uno sperimentatore. Uno dei suoi primi "esperimenti", quello degli Yazoo (in coppia con la cantante rhythm’n’blues Alison Moyet), ottiene un notevole successo; meno riscontri otterrà invece con gli Erasure.
La defezione non distrugge i Depeche Mode, che si ritrovano in casa il talento di Martin Gore, meno pop e più "dark" di Clarke, la cui hit "Just can’t get enough" rimane comunque un cavallo di battaglia. Come sostituto entra a far parte del gruppo Alan Wilder, tastierista e cantante. Il primo singolo del dopo-Clarke, "See you", va ancora meglio di "I just can’t get enough", e lo stesso vale per gli album successivi;