Promo

Come funziona un cryptominer

Vota questo articolo
(2 Voti)
Come funziona un cryptominer Come funziona un cryptominer Image by Darwin Laganzon from Pixabay

Un cryptominer è un software che sfrutta la potenza di calcolo di un computer per generare una cryptovaluta. In molto casi  i miner operano senza che l’utente lo sappia causando seri problemi al pc.

 Le cryptovalute sono  generate attraverso un complesso sistema di enigmi cifrati che il “minatore” è chiamato a risolvere, per poter tranne il suo guadagno, e questa attività richiede una grande potenza di calcolo. Più l’enigma è difficile da risolvere, più i miner saranno costretti a effettuare ingenti investimenti per aumentare la potenza di calcolo a loro disposizione. Per ridurre al minimo i costi di investimento per generare le cryptovalute i minatori utilizzano i cryptominer, software che una volta installati mettono a disposizione le risorse di un pc , assieme ad altre, per risolvere i complessi enigmi, in queste situazioni ci si ritrova che gli  utenti forniscono ai cryptominer l’autorizzazione a usare le loro risorse per “estrarre” le criptomonete, ma questo implica un tacito accordo fra le parti, che comparto un guadagno per tutte le parti in causa.

Sta capitando che molto spesso i cryptominer siano installati senza autorizzazione degli utenti, celati quasi sempre dietro qualche app gratuita o che offre un servizio che funge da copertura per il reale scopo dell’ applicazione.

Come descritto in precedenza per generare la cryptovaluta c’è bisogno di una grande potenza di calcolo che aumenta esponenzialmente alla complessità degli enigmi da risolvere, quindi un campanello di allarme che indica la possibilità di aver installato un software di cryptominer, senza averlo autorizzato, è il comportamento anomalo del PC come un consumo eccessivo della batteria, l’accensione prolungata della ventola, un rallentamento della navigazione su internet e cosi via.

Se il computer presenta alcuni di questi sintomi prima di pensare ad un problema hardware del pc è bene controlla se sia stato installato un cryptominer andando a controllare i software installati di recenti o da fonti non affidabili. Per aiutare gli utenti  nel difendersi da cryptominer  fraudolenti molti browser si sono attrezzati con meccanismi di riconoscimento e blocco dei blockchain senza scrupoli. Tra questi c’è Firefox che nelle recenti versioni del suo browser ha implementato un sistema di anti tracciamento, attivo di default, per bloccare i cryptominer . Questo sistema di protezione più essere disattivato da tutti coloro che vogliono consentire a miner di utilizzare le risorse del proprio pc per minare le nuove cryptovalute.

Informazioni aggiuntive

  • Ads:

Share

Angelo De falco

Appassionato fin da piccolo della tecnologia, ama condividere le sue conoscenze  sulla tecnologia affinchè siano di aiuto agli altri utenti

Ti potrebbe interessare

Lascia un commento