Promo

La QWERTY è la tastiera che noi tutti abbiamo utilizzato dal primo laptop, passando per i vari cellulari (non ancora smartphone) ed arrivare fino al tablet di ultimissima generazione. Questa "tecnologia" ha fatto la storia della telefonia mobile e non solo, ma sembra pronta ad essere superata.La tastiera Qwerty è stato brevettato nel 1864 e lo scopo non era la velocità, bensì evitare che i martelletti delle macchine da scrivere non si accavallassero tra di loro, risultato ottenuto allontanando sulla tastiera i caratteri usati più frequentemente.

Sabato, 16 Marzo 2013 01:00 News

Vi presentiamo il galaxy S IV

Finalmente dopo tante trepidazioni e tanto rumors che giravano in rete è stato presentato il il nuovo top gamma di casa Samsung.La casa coreana il 14 Marzo alle 19.00 (ora locale,in italia le 00.00) ha presentato il suo gioiella di punta Il Galaxy S IV erede del S III, di cui cerchera di superare il successo. Del suo precedessore ha eredita il design,anche se pero è piu' sottile e più leggero.Tra le principali caratteristiche spiccanol o schermo  Full HD Super AMOLED  Full HD a 441 PPI,La fotocamera sul retro è da 13MP, mentre quella frontale, che pure è in grado di registrare video a 720p, è da 2MP. Per quanto riguarda il processore: Samsung ha detto solo che cambierà da paese a pease.

Giovedì, 13 Settembre 2012 02:00 News

Apple Iphone 5

Iieri a San Francisco e’ stato presentato il cosi atteso Iphone 5(nome ormai scontato).Sulle prime sembrava uguale al 4S.Ma poi tutti i fan presenti sono stati rincuorati.dispaly più grande 4 pollici,più sottile e piu leggero e come dice Phil Schiller:”la fatica sta nel fare prodotti piu’ piccoli e migliori, non piu’ grossi”.La struttura del telefono e’ fatta poi interamente di alluminio e vetro e il retro ha un qualcosa di fume’ che lo differenzia dall’ormai fratello minore 4S. Le novita’, a questo punto, sono tutte tecniche, interne.

Mercoledì, 21 Marzo 2012 01:00 News

Virus nei cellulario, Allarme Hacker

Cyber crime, l’Italia è una preda facile. Venti milioni di persone con almeno un telefonino, il 35% con lo smart phone, l’86% della popolazione iscritta a un social network, la percentuale più alta del mondo. Ma solo due italiani su cento sono in grado di fermare un attacco informatico. È la fotografia sul cyber crime scattata da Clusit, l’associazione italiana sulla sicurezza informatica che ieri ha presentato al Security Summit a Milano il primo rapporto sulla sicurezza. Un dato per tutti: nel 2011 i rapinatori virtuali sono costati agli italiani 6,7 miliardi di euro.