Come fare la crema pasticcera napoletana

Scritto da
Vota questo articolo
(9 Voti)
Crema pasticcera napoletana Crema pasticcera napoletana CercoCerco

Come fare la crema pasticcera napoletana è molto semplice, la differenza principale tra la crema pasticcera napoletana da quella tradizionale è la densità. La versione napoletana è più densa in modo da essere spalmata senza che si perda.

 

Per fare la crema pasticcera napoletana, quindi più densa rispetto la ricetta tradizionale, iniziamo dagli ingredienti che sono gli stessi di quella tradizionale, il segreto per farla venire più densa sta nella preparazione.

INGREDIENTI:

  •    250 gr latte
  •    175 gr di zucchero
  •    1 scorza di limone
  •    3 tuorli d'uovo
  •    50 gr farina
  •    1 pizzico di sale

PREPARAZIONE della crema pasticcera napoletana:

Iniziamo la preparazione della crema pasticcera con il versare il latte in un pentolino assieme a metà dello zucchero, un pizzico di sale e la scorza di limone (In alternativa potete sostituire la scorza con un fiale di essenza al limone). Portiamo a ebollizione.

Mentre attendiamo che il latte bolle, in un recipiente a parte lavoriamo i tuorli di uovo con la restante parte di zucchero e la farina. Appena il latte inizia a bollire gli aggiungiamo i tuorli lavorati e iniziamo a girare, preferibilmente con un mestolo di legno. Continuiamo la cottura finché il composto non inizia ad addensare. Quando abbiamo raggiunto la consistenza desiderata, spegniamo e lasciamo raffreddare la crema.

Se pur semplice uno dei problemi che si può manifestare durante la preparazione della crema pasticcera la formazione di grumi, se non riuscite a eliminare potete ovviare al problema frullando il composto e se necessario aggiungere qualche altro goccio di latte caldo.

Se non dovete utilizzarla subito, la crema pasticcera può essere conservata in frigo per qualche giorno, avvolta in una pellicola trasparente, facendola raffreddare prima, in modo da evitare la formazione di una crosticina sulla superfice.

La crema pasticcera è un vero e proprio mantra per la farcitura e decorazione di alcuni dolci. Si trova spesso anche nelle merende più comuni come per i croissant, bignè, crostate e spesso la ritroviamo anche nelle sfogliatelle napoletane.

Informazioni aggiuntive

  • Approfondisci:
Letto 1980 volte Ultima modifica il Venerdì, 19 Marzo 2021 11:25

Share

Lascia un commento