Promo

Vota questo articolo
(3 Voti)
Grafene Grafene

Il Grafene, scoperto per puro caso nel 2004 sta invadendo tutti i campi della tecnologia, dall'elettronica all'aeronautica, dalla medicina all'esplorazione spaziale.

Ads

 

Dal carbonio si possno ricavare numerosi materiale, ad esempio, se gli atomi sono legati in maniera causale abbiamo la grafite, mentre se hanno una struttura ordinata abbiamo i diamanti. Negli ultimi anni si è aggiunto un nuovo materiale, il Grafene.

Il Grafene ha una struttura ordinata, ma solo 2 dimensioni. Si tratta infatti di un "foglio" dello spessore di un singolo atomo. Un materiale dalle proprietà fantascientifiche. La sua scoperta è avvenuta per caso nel 2004 in un laboratorio inglese, quando due scienziati cercavano di ottenere uno strato di grafite più sottile possibile. I due scienziati hanno asportato la grafite una striscia alla volta, fino a rimanere con uno strato di carbonio monoatomico, prima di allora ritenuto impossibile.

Come tutti i materiali, anche il Grafene ha diversi utilizzi, molti dei quali ancora da scoprire. Il suo utilizzo è svariato, può essere applicato per evitare che le ali degli aerei si ghiaccino, ma anche per il raffreddamento dell’elettronica di bordo e per la progettazione di schermi tattili e flessibili. E' uno dei materiali più adattabile a vari usi.

Grazie alla possibilità di creare "buchi" nella sua struttura, può diventare un depuratore d'acqua o un filtro per l'aria.

La sua conduttività elettrica, di gran lunga superiore al rame lo può rendere una minuscola lampadina o una etina bionica, ma soprattutto stravolgerà il mondo dell'informatica, favorendo la realizzazzione di nuovi circuiti stampati, fin' ora impensabili, dovuti alle limitazione delle odierne tecnologie. Inoltre, utilizzando fogli di grafene, sono state realizzate costruzioni spugnose in 3D, 10 volte più dure dell'acciaio e decisamente più leggere. Ed è proprio per questo connubio fra resistenza e leggerezza che il grafene è stato indicato come possibile materiale per fabbricare vele solari per futuribili navi spaziali destinate alle lunghe percorrenze.

Gia utilizzato come materiale per la realizzazione dei sistemi di raffreddamento dell'elettronica dei satelliti, gli scienziati stanno pensando come utlizzare la Grafene per rendere reale la vela sospinta dai raggi solari, queste vele potrebbero essere larghe diversi chilometri quadrati e pesare appena pochi etti.

Secondo gli esperti il Grafene è il materiale che comporterà la più grossa rivoluzione tecnologica dei prossimi vent'anni, perché cambierà la nostra vita quotidiana, dando la possibilità di superare i limiti imposti delle odierne tecnologie.

Share

Altro in questa categoria: « Cos’è l’ iposessualità

Ti potrebbe interessare

Lascia un commento