Sidebar Menu

Come fare il lievito madre

Scritto da
Vota questo articolo
(3 Voti)
Come fare il lievito Madre Come fare il lievito Madre Image by Ajale from Pixabay

Come fare il lievito madre è un procedimento molto semplice che richiede solo due ingredienti fondamentali e può sostituire il lievi di birra per fare ad esempio la pizza o il pane.

 Il lievito madre è un lievito naturale che può sostituire il lievito  di birra per la preparazione di pane pizza e tante altre cose, esso di ottiene dalla fermentazione di due ingredienti semplici, che tutti abbiamo a casa, farina e acqua.

Fare il lievito madre non richiede grandi doti culinari, oltre agli ingredienti richiede solo pazienza sopra di tutto nella cosi detta fase di rinfresco che in seguito andremo a spiegare in dettaglio.

Per iniziare a preparare il lievito madre, per prima cosa, abbiamo bisogno degli ingredienti, per la preparazione ci servono 100 g di farina tipo 0 e 50 g di acqua. Una volta che gli ingredienti sono pronti, iniziamo con li impastare la farina assieme l’acqua, finche non otteniamo un piccolo pannetto liscio e omogeneo. Ora diamo al panetto una forma a pallina e con un coltello incidiamo la parte superiore e lo poniamo in barattolo, preferibilmente stretto e lungo, ricoperto con una pellicola trasparente bucherellata. Il barattolo, ora, va conservato in un luogo asciutto e fresco, lontano da fonti di calore e correnti d’aria, per 48 ore.

Trascorse le 48 ore, ora, inizia la fase di rinfresco del lievito madre. Il rinfresco è necessario perché essendo naturale, il lievito madre deve essere alimentato spesso per consentire la proliferazione dei batteri responsabili della lievitazione.

Prendiamo la pallina del barattolo ed eliminiamo eventualmente la superfice secca e la impastiamo con una quantità di farina pari al suo peso e aggiungiamo metà peso in acqua, a esempio, 100g panetto 100 g farina 50 g di acqua. Impastiamo fino a ottenere un panetto liscio e omogeneo. Diamogli una forma a pallina e incidiamo di nuovo la superficie. Al termine riponiamo il panetto nel barattolo, sciacquato e asciutto e lo rimettiamo di riposare di nuovo per 48 ore. Al termine delle 48 ore ripetiamo il procedimento di rinfresco per altre 4 volte. In seguito il rifresco andrà fatto a distanza di 24 ore per altri 15 giorni.

IL lievito madre sarà pronto quando riuscirà a triplicare il suo volume dopo circa 3/4 ore dal rinfresco, in caso contrario continuare con i rinfreschi finche il lievito non triplica.

Una volta pronto il lievito madre può essere conservato il frigo, congelato o tenuto a temperatura ambiente. Se conservato in frigo, bisogna ricordarsi di rinfrescarlo circa una volta a settimana, facendolo stare fuori da frigo un’ora prima del rinfresco e un’ora prima di riporlo in frigo.  Il lievito può essere conservato anche a temperatura ambiente, ricordandosi di rinfrescarlo ogni giorno per mantenerlo vivo. Infine, per conservarlo più a lungo il lievito madre può essere anche congelato, in questo caso bisogna toglierlo dal congelatore e tenerlo nel frigo per 24 ore, poi lasciarlo a temperatura ambiente per 2 ore e solo ora possiamo rinfrescarlo e attenere 24 ore prima di usarlo.

Il lievito madre può essere utilizzato al posto dei soliti lieviti per la preparazione di pizza, pane Ecc., la quantità consigliata e di circa 125 g per ogni 500 g di farina.

Una volta ottenuto il lievito madre, se non ne usate molto, consigliamo  che per i successivi rinfreschi,  per riattivarlo, di utilizzare solo una piccola quantità di lievito e di buttare il resto, in questo si evita di ritrovarsi kg e kg di lievito madre.

Informazioni aggiuntive

  • Approfondisci:
Letto 480 volte Ultima modifica il Lunedì, 16 Marzo 2020 15:38

Share

Lascia un commento

Ultimi commenti