Promo

8 Marzo Festa della donna

Vota questo articolo
(6 Voti)
8 Marzo Festa della Donna 8 Marzo Festa della Donna 8 Marzo Festa della Donna

Origini festa della donna.

Le origini della festa della donna risalgono al 1908, quando, a New York, un gruppo di operaie dell'industria tessile Cotton iniziarono uno sciopero per protestare contro le terribili condizioni in cui erano costrette a lavorare. Lo sciopero si protrasse per alcuni giorni, finché l'8 marzo il proprietario Mr. Johnson, bloccò tutte le porte della fabbrica per impedire alle operaie di uscire. Allo stabilimento venne appiccato il fuoco e le 129 operaie prigioniere all'interno morirono arse dalle fiamme.

Questo folle gesto, scosse l' opinione pubblica, tanto che questa data venne proposta come giornata di lotta internazionale, a favore delle donne, da Rosa Luxemburg, proprio in ricordo della tragedia. Negli anni successivi, iniziarono ad organizzare una serie di celebrazioni che i primi tempi erano circoscritte agli Stati Uniti e avevano come unico scopodi non fare dimenticare  orribile sorte che tocche alle operaie, colpevoli solo del fatte di volere migliori condizioni lavorative.

 

8 Marzo Festa della Donna

Successivamente, con il diffondersi e il moltiplicarsi delle iniziative, che vedevano come protagonistele rivendicazioni femminili in merito al lavoro e alla condizione sociale, la data dell'8 marzo assunse un'importanza mondiale, diventando, grazie alle associazioni femministe, il simbolo per ricordare ciò che la donna ha dovuto subire nel corso dei secoli, ma anche il punto di partenza per il proprio riscatto.Col trascorrere gli anni, ciò che rappresentava la festa della donna è stato quasi dimenticato e  ai giorni d'oggi la festa  della donna è molto attesa ma no in ricordo di cio che accadde nel 1908, affinche le donne  potessero permettersi cio che hanno, ma solo perchè è un giorno in cuoi tutti i commercianti posso incrementare i propi guadagni vendendo tutto cio che riguarda le donne a cifre esagerate.

Informazioni aggiuntive

  • Approfondisci:

Share

Ti potrebbe interessare

Lascia un commento