Camino bioetanolo: Come funziona

Scritto da
Vota questo articolo
(3 Voti)
Camino bioetanolo Camino bioetanolo Pixabay

Il camino bioetanolo può essere di aiuto a riscaldare la casa, risparmiando sulle bollette, a patto che si conosca come funziona. Ora vediamo come funziona un camino a bioetanolo e come può essere di aiuto per risparmiare sulle bollette.

Cos’è un camino bioetanolo

Un camino a bioetanolo differenzia da uno tradizionale che come combustibile utilizza il cosi detto bioetanolo e non producendo fumo e cenere non ha bisogno di canna fumaria. Questa soluzione è anche utilizzata quando si vuole creare l’atmosfera di un camino, ma non si ha la possibilità di installare l’impianto necessario per un camino tradizionale. Il calore emanato da un biocamino è inferiore al quello di uno tradizionale ma con le giuste conoscenze può essere implementato per aiutare a riscaldare la casa in modo da risparmiare anche sulle bollette.

Cos’è il bioetanolo?

Il bioetanolo è un combustibile ecologico ricavato da materiali organici come frutta, ortaggi e cereali. Spesso prodotto dagli scarti dell’industria alimentare. Il punto a favore di questo combustile è certamente la produzione d’inquinanti a basso tenore di monossido di carbonio. Il prezzo oscilla tra i 2€ e 5€ a litro. Mediamente un litro di combustibile ha una durata dalle 4 a 7 ore, a secondo di com’è settato il bruciatore.

Come funziona un camino a bioetanolo

Il funzionamento di un camino a bioetanolo è molto semplice. Una volta riempito il serbatoio con il combustibile non resta che accenderlo tramite un accendi fiamma. Il bioetanolo verrà rilasciato gradualmente producendo una fiamma che rilascerà semplice vapore acqueo, una bassissima quantità di anidride carbonica e soprattutto il calore che non essendoci canna fumaria rimarrà tutto nell’ambiente.

Tipologia di camino bioetanolo

Esistono tre principali tipi di camino a bioetanolo e sono:

  1. Camino bioetanolo da terra. Questo tipo di camino non richiede installazione, il che lo rende molto comodo e facilmente spostabile.
  2. Camino bioetanolo a incasso. Questo tipo di camino da la possibilità di ricreare una ambiente simile a quello di un camino tradizionale ma senza dover installare la canna fumaria. Necessita di lavori di muratura per creare una sezione apposita per la scocca del focolaio.
  3. Camino bioetanolo da parete. Questo tipo di camino è un vero complemento di arredo. Si appendono come quadri e possono essere di diverse forme: quadrati, rettangolari, curvi o con cornice.

Vantaggi di un camino bioetanolo

I vantaggi che presenta un camino a bioetanolo sono:

  1. Facilità d’installazione: Non sono necessarie opera di muratura, poiché non necessitano di una canna fumaria.
  2. Nessuna dispersione di calore. Non essendoci la canna fumaria, il calore rimane tutto nella stanza in cui e installato.
  3. Nessuna pulizia. Con la totale assenza di cenere e fuliggine, la pulizia di un biocamino e ridotta alla semplice pulizia di un complemento di arredo.
  4. Sistema di riscaldamento ecologico: le emissioni di CO2, dannose per l’ambiente, sono ridotte del 70% rispetto ai camini tradizionali e questo perché il prodotto è di origine naturale.

Svantaggi di un camino bioetanolo

Gli svantaggi che presenta un camino a bioetanolo sono:

  1. Elevata umidità. Il bioetanolo essendo un prodotto ecologico, durante la combustione, produce una rilevante quantità di vapore acqueo (per questo consigliabile fare arieggiare l’ambiente più spesso).
  2. Ridotto potere riscaldante. Un biocamino non in grado di riscaldare un appartamento intero, ma è ideale come riscaldamento aggiuntivo per piccoli ambienti.
  3. Odore gradevole del bioetanolo. Siccome il biocamino utilizza un combustibile Bio, in alcuni casi può emettere un cattivo odore, dovuto all’utilizzo di scarse materie per la produzione del bioetanolo.

camino bioetanolo come funziona

In conclusione un camino bioetanolo può essere utilizzato per creare un ambiente intimo la dove non è possibile installare una canna fumaria per un camino tradizionale. Pu essere molto utile per riscaldare piccoli ambiente. Può essere integrato a un impianto già esistente, come ad esempio le pompe di calore, in modo da ridurre i costi delle bollette.

 

Informazioni aggiuntive

  • Ads:
Letto 490 volte Ultima modifica il Martedì, 27 Settembre 2022 18:16

Share

Lascia un commento